Articolo del Presidente - Agsas Onlus - Associazione Genitori Soggetti Autistici Solidali

Articolo del Presidente

ARTICOLO DEL PRESIDENTE – Dott.re LUIGI ALOISI

L’emergenza COVID-19 ha mutato in maniera radicale le abitudini, il pensare, le prospettive di noi tutti ed il futuro stesso. In questa progressiva entropia, nonostante l’uomo sia un animale adattivo, si presenta in maniera dirompente il problema della ri-abilitazione delle persone con Autismo. 

L’AGSAS Onlus, che da 30 anni pensa ed opera in funzione di tale ri-abilitazione, nelle more di una normalità che mai sarà tale, ha elaborato una metodologia d’intervento per le persone con Autismo adattandosi alle limitazioni/necessità che il COVID-19 impone.  

E’ un modello, figlio dei modelli scientifici sinora adoperati, che non vuole essere un’alternativa tout court ma una necessità imposta dallo status quo. Che in avvenire possa diventare uno step del PTRP (piano terapeutico riabilitativo personalizzato) al momento, non ci è dato sapere.

Le persone con Autismo seguite dall’AGSAS Onlus sono circa 50 e tutte diagnosticate con S.A. (Sindrome Autistica). Appartengono a tutte le fasce di età e si caratterizzano dall’avere chi più chi meno un PTI (piano terapeutico individualizzato). Ai possessori di PTI vengono somministrate, dallo staff dell’AGSAS, sia in Centro (ambiente strutturato) che al domicilio, le scale di valutazione ( PEP 3- VINELAND- WISCH e naturalmente la VIRE – valutazione integrata delle risorse educative). Viene così stilato il PTRP ed avviata secondo tecniche ABA, ABA V.B.. Per coloro che sono sprovvisti di PTI, si inizia con scale di valutazione come sopra, compresa la VIRE, sia in ambiente strutturato che domiciliare, l’ultimo step il PTRP. 

Il PTRP viene somministrato in tutti gli ambienti di vita delle persone con Autismo (Centro, casa, scuola, territorio) mediante un modello che chiameremo TEIPA (terapia educativa integrata per persone con autismo). Il modello, sperimentato e attuato dall’AGSAS da più di 10 anni, ha dato, ovviamente, i risultati sperati. 

Ritorniamo in tempi di COVID-19; purtroppo, nel TEIPA mancheranno gli interventi al centro e nel territorio ma verrà potenziato quello domiciliare e quello scolastico. Paradossalmente il COVID-19 viene in aiuto degli Autistici, coinvolgendo tutti i famigliari conviventi, costretti a stare a casa, come risorsa educativa.  Il PTRP così modificato si avvarrà quindi di nuovi, importanti, indispensabili ” co-terapisti “.  Non è difficile, l’AGSAS lo sta attuando, ai posteri l’ardua sentenza! L’AGSAS è una struttura aziendale così composta: un Consiglio direttivo (familiari di soggetti con S.A.) un amministratore delegato (padre di un ragazzo con S.A.), un Direttore Sanitario, un Direttore alla Progettazione e Organizzazione dei servizi, un Direttore Amministrativo,  N°4 Case Manager, 30 operatori specializzati.

“….Ci sono persone che chiudono gli occhi e sognano un mondo migliore…

 Ci sono persone che APRONO GLI OCCHI E REALIZANO UN MONDO MIGLIORE…”

                                                                                       LUIGI ALOSI